Si chiude un anno difficile: il mio 2020 per voi

Il 2020 è l’anno horribilis, lo abbiamo detto su più fronti: la tragedia della pandemia, la crisi economica, i nubifragi e i terremoti, le morti illustri. Non ci siamo fatti mancare niente.

E’ stato davvero un anno difficile. Vorrei comunque riviverlo con voi nelle sue varie tappe che ci hanno portato a oggi. Abbiamo raggiunto qualche piccolo risultato durante la pandemia grazie ai nostri emendamenti alla finanziaria. L’estensione dei tempi delle licenze per i lidi balneari per esempio o anche il fondo per le aziende florovivaistiche sono solo alcune misure che abbiamo incastrato nella grande finanziaria regionale che ha spostato più di un miliardo e mezzo di euro in Sicilia.

Siamo fieri del lavoro svolto in quei giorni così complicati. La maggioranza ha retto così come anche il nostro gruppo. Abbiamo poi presentato diversi disegni di legge. Oggi siamo a una trentina e questo, insieme a tutti gli atti parlamentare sottoscritti, ci qualifica tra i primi dieci deputati più attivi e presenti. Abbiamo proposto diverse misure, le ultime due in questo 2020 riguardano un e-commerce regionale virtuoso per gli artigiani, una sorta di Amazon della Regione e poi il ddl sui sentieri legati al percorso di Ulisse in Sicilia secondo le leggende.

E’ stato l’anno che ci ha visti protagonisti con i beni culturali grazie all’impegno del nostro Assessore Alberto Samonà che fresco di nomina ha raggiunto importanti traguardi come al Teatro Antico di Tindari. Lo abbiamo seguito in molte delle sue visite istituzionali, l’ultima a Milazzo. Ma è stato anche l’anno del cambiamento elettorale a Milazzo e Barcellona. Due città in cui siamo presenti e in cui abbiamo raggiunto importanti risultati, soprattutto a Barcellona P.G. dove grazie al progetto di Prima il Territorio – cui questo stesso blog si ispira – abbiamo portato a casa due consiglieri e un assessore comunale. A Milazzo il progetto “Lega” era già avviato quando siamo entrati in questa grande comunità e abbiamo solo potuto sottoscrivere quanto già veniva disegnato. Inutile dire che le scelte sbagliate si pagano sempre e questo, purtroppo, ha portato a un risultato non brillante rispetto alle aspettative.

Entro la fine dell’anno però è cambiato qualcosa nello schema della Lega. In ben 8 regioni sono cambiati i vertici, segno di una sensibilità verso i territori che si misura per il merito più che per il metodo. E in questo voglio esprimere la mia vicinanza ancora una volta al neo-segretario regionale, l’On. Nino Minardo, amico e collega che mi ha accolto dal primo giorno nella squadra della Lega.

Il 2020 sta per finire ed era giusto tributare un’ultima riflessione in stile “amarcord” prima di rivolgere il nostro pensiero al 2021. Il passaggio tra 31 dicembre e primo gennaio è solo lo scandire di qualche secondo. Ma per noi tutti deve poter dire che ci lasciamo alle spalle un anno che non dobbiamo dimenticare ma che dobbiamo anzi incasellare nelle nostre memorie perché un giorno ci guarderemo indietro e rivedremo le salite oltre che le discese. E noi dobbiamo essere pronti. Un ultimo pensiero infine va ai tanti amici e amiche incontrati e conosciuti in questo anno. Siamo cresciuti tantissimo e chi si è avvicinato al nostro progetto, sia esso Prima il Territorio o la Lega, lo ha fatto perché ha dapprima scelto uno stile di far politica, basato sempre sui contenuti e sulla pacatezza delle forme.

Agli urlatori seriali non abbiamo mai creduto. Un pensiero infine va a chi questo 2020 non ne ha potuto vedere la fine a causa del covid. E sono davvero tanti gli amici che ci hanno lasciato. Eppure in questi ultimi giorni dell’anno qualche segno migliore arriva, come la stabilizzazione dei precari dei comuni in dissesto. Una battaglia che abbiamo appoggiato e sostenuto dal principio. Speriamo sia il segnale di un cambiamento al mutar delle maree, tra un giorno e l’altro, un anno terribile e un anno che ricolmiamo di speranza e desiderio di ripartire, come sempre, insieme.

Antonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...